testa

usare * come carattere di troncamento

Rif: ITA-ACCRU-AU-2276; ultima modifica: 21/11/2012 10:59:00

Strozzi, Niccolò <1590-1655>

Forma variante Contento

Fonti ACF, BCF, Catalogo Parodi, ACF-Cat.1a, ACF-Cat.1b, ACF-Cat.2, ACF-Cat.3, ACF-Cat.4a, ACF-Cat.4c, BCF-Cat.1a

Esistenza 1590 — 1655

Nota biografica Ecclesiastico, politico e letterato.
Figlio di Tommaso. Canonico fiorentino (1638), ministro di Luigi XIII in Toscana.

Attività in Accademia
In un 'Ricordo' premesso alla parte del "Diario" (Cod. 25, conservato in Crusca) che inizia, di mano del Dati, col 23 marzo 1647 [1648], lo "Smarrito" dà notizia della morte del Buonmattei e della perdita delle «memorie dell'arciconsolato dell'inn° Niccolò Panciatichi sì come dell'arciconsolato susseguente dell'Ardito», ed annota che «per asserzione di molti Accademici, e particolarmente del ser.mo Principe Leopoldo, si trova che in questo tempo [cioè fra l'ottobre 1644 e il marzo 1648] furono vinti per nostri Accademici [...] li appresso: Abate Niccolò Strozzi, Can° Lelio Bonsi, Cav. Aless° Cerchi, Desiderio Montemagni, Gio. Franc° Rucellai» (Catalogo Parodi, p. 85). Lo Strozzi è membro della deputazione «sopra la scelta delle composizioni da porsi in luce d'autori fiorentini» nel 1650, e consigliere nel 1651/1652.

Pala lignea dell’accademico, dipinto su tavola del sec. XIX di ignoto fiorentino.

Pala lignea dell’accademico, dipinto su tavola del sec. XIX di ignoto fiorentino.

Accademico dal
[1644-1648]

Nome Accademico
Contento

Motto accademico
Io non curo altro ben, né bramo altr'esca.

©2014 ACCADEMIA DELLA CRUSCA - C.F. 80000950487 - P.IVA: 01602600486

copyright | riservatezza dei dati personali