testa

attualmente 1308 intestazioni
usare * come carattere di troncamento

Rif: ITA-ACCRU-AU-247; ultima modifica: 03/10/2016 11:22:00

Ricasoli Rucellai, Orazio <1604-1674>

Forma variante Imperfetto

Forma variante Rucellai, Orazio

Forma variante Ricasoli, Orazio

Fonti BNCF, ABI, ACF, BCF, Catalogo Parodi, ACF-Cat.1a, ACF-Cat.1b, ACF-Cat.2, ACF-Cat.3, ACF-Cat.4a, ACF-Cat.4b, ACF-Cat.4c, BCF-Cat.1a

Esistenza Firenze 23 aprile 1604 — Firenze 6 febbraio 1674

Nota biografica Letterato e ambasciatore.
Gentiluomo di camera del granduca Ferdinando II e di Cosimo III, ambasciatore presso l’imperatore Ferdinando II e il re di Polonia Ladislao IV (1634). Soprintendente della Libreria di San Lorenzo (1657). Socio dell’Accademia Fiorentina, di cui è consolo nel 1653.

Attività in Accademia
Arciconsolo dal 1650 al 1651; consigliere nel 1652-1653 e nel 1660-1661; castaldo nel 1659-1660. Facente funzione di secondo reggente della «generale adunanza» nel 1650, in assenza del Rinuccini. Membro della deputazione per il "Vocabolario" dal 1650, per la cui terza impressione (1691) spoglia le opere del Della Casa.

Opere citate nel Vocabolario
IV Crusca: "Dialoghi di materie filosofiche e naturali, e morali", ms. originale; V Crusca: gli stessi, Firenze, 1823 e ivi 1848-49; V Crusca: "Cicalate della lingua ionadattica, in lode del cacio e dell’uccello" in "Prose fiorentine", tomi I e II p. III; V Crusca: "Discorso nel rendere l’Arciconsolato dell’Accademia della Crusca" in "Opuscoli inediti di celebri autori toscani" vol. III, Firenze, stamperia Borgognissanti, 1807-1816; V Crusca: "Saggio di lettere di O. R.". Firenze, Magheri, 1816; V Crusca: "Prose e rime inedite di O. R., di Tommaso Buonaventuri, e d’altri". Firenze, Magheri, 1822; V Crusca: "Descrizione della presa d’Argo, e degli amori di Linceo con Ipermestra. Festa teatrale". Firenze, stamperia di S. A. S. 1658.

Pala lignea dell’accademico, dipinto su tavola del sec. XVII (dopo il 1626) di ignoto fiorentino.

Pala lignea dell’accademico, dipinto su tavola del sec. XVII (dopo il 1626) di ignoto fiorentino.

Ritratto dell’accademico, dipinto su tela della fine del sec. XVII-inizi del sec. XVIII di ignoto fiorentino.

Ritratto dell’accademico, dipinto su tela della fine del sec. XVII-inizi del sec. XVIII di ignoto fiorentino.

Accademico dal
11 agosto 1626

Nome Accademico
Imperfetto

Motto accademico
Per ammenda

©2014 ACCADEMIA DELLA CRUSCA - C.F. 80000950487 - P.IVA: 01602600486

copyright | riservatezza dei dati personali