testa

attualmente 1308 intestazioni
usare * come carattere di troncamento

Rif: ITA-ACCRU-AU-625; ultima modifica: 05/07/2012 10:44:00

Baldinucci, Filippo <1625-1696>

Forma variante Lustrato

Fonti BNI, ABI, DBI, LOC-AU, BnF-AU, EI, LUI, ACF, BCF, ACF-Cat.1a, ACF-Cat.2, ACF-Cat.3, BCF-Cat.4b, ACF-Cat.4c, BCF-Cat.1b, Catalogo Parodi

Esistenza Firenze 3 giugno 1625 — Firenze 10 gennaio 1696

Nota biografica Letterato e scrittore d'arte.
Incaricato da Leopoldo de’ Medici di ordinare la raccolta medicea di disegni.

Attività in Accademia
La data della sua ammissione ci è fornita da una lettera, del 5 gennaio 1681 ab Inc.(Archivio Storico dell'Accademia, Selva 1.a, lettera n. 72), in cui il priore Luigi Rucellai informa Lorenzo Magalotti che «iermattina l'altra s'adunò l'Accademia della Crusca [...], andarono a partito cinque accademici che vinsero tutti, e furono: Don Ciccio d'Andrea, Vincenzo d'Ambra, Paolo Stufa nipote del Balì, il Baldinucci e il Forzoni».

Opere citate nel Vocabolario
IV Crusca (solo in appoggio alle definizioni): "Vocabolario toscano delle arti del disegno". Firenze, Santi Franchi 1681; lo stesso: V Crusca [nella Tavola delle Abbreviature della terza Crusca il "Vocabolario toscano" figura tra i citati, ma non risulta poi adoperato nell’opera]; V Crusca: "Cominciamento e progresso dell’arte dell’intagliare in rame". Firenze, Matini 1686 e Firenze, Stecchi 1767; V Crusca: "Notizie de’ professori del disegno da Cimabue in qua". Firenze, Matini 1681-1728; V Crusca: "Lettere a Lorenzo Gualtieri fiorentino, sopra i pittori più celebri del secolo XVI" in "Raccolta di alcuni opuscoli sopra varie materie di pittura, scultura e architettura". Firenze, Bonducci 1765; V Crusca: "Lettera nella quale si risponde ad alcuni quesiti in materia di pittura". Firenze, Matini 1687; V Crusca: "Lettera intorno al modo di dar proporzione alle figure in pittura e scultura" ecc. Livorno, Masi 1802; V Crusca: "La Veglia, dialogo di Sincero Veri" (cioè F.B.). Firenze, Matini 1690; V Crusca: "Vita del Cav. Gio. Lorenzo Bernino". Firenze, Vangelisti 1682; V Crusca: "Vita di Filippo di Ser Brunellesco architetto fiorentino". Firenze, Niccolò Carli 1812.

Pala lignea dell’accademico, dipinto su tavola dei secc. XVII-XVIII di ignoto fiorentino.

Pala lignea dell’accademico, dipinto su tavola dei secc. XVII-XVIII di ignoto fiorentino.

Accademico dal
3 gennaio 1682

Nome Accademico
Lustrato

Motto accademico
Lucente più assai di quel ch'ell'era

©2014 ACCADEMIA DELLA CRUSCA - C.F. 80000950487 - P.IVA: 01602600486

copyright | riservatezza dei dati personali